La stanchezza eccessiva del bambino

Care mamme,
vi è mai capitato che vostro figlio inizi a strillare improvvisamente senza modo di riuscire a calmarlo?

A volte capita che il vostro bambino vi manda dei segnali come:

  • si strofina gli occhi
  • sbadiglia in continuazione
  • inizia un pò a lamentarsi
  • non mostra più interesse nei giochi e/o si innervosisce quando gioca

Quando il bambino è stanco e vorrebbe poter fare la nanna, ma non ci accorgiamo in tempo dei segnali che ci sta mandando per farcelo capire, arriva ad un determinato momento dove risulta essere molto difficile consolarlo o tranquillizzarlo. Questo succede perchè il bambino si sente stanco, ma iperstimolato, ovvero vorrebbe dormire ma si ritrova attorniato da molti stimoli, per cui l’unica cosa che può fare è piangere, a volte anche in modo esagerato ed eccessivo. Ricordatevi però che il suo pianto è il suo canale di comunicazione.

Mamma, quello che si può fare per rasserenarlo e farlo addormentare quando oltrepassa la soglia della stanchezza eccessiva è quello di:

  • prenderlo in braccio poggiargli sulla testa uno straccetto (possibilmente di mussola) e cullarlo, cantando una canzone o se preferisci mettergli della musica
  • fai in modo che senta la tua presenza, la tua vicinanza ed il tuo calore, questo aiuterà il bambino a tranquillizzarsi più velocemente
  • se non dovesse tranquillizzarsi cammina in giro per casa cullandolo, magari anche mettendolo in fascia

Nel giro di una decina di minuti smetterà di strillare e potrà abbandonarsi al sonno. Se non dovesse smettere di piangere entro un massimo di quindici minuti, vuol dire che il bambino vi sta comunicando qualcos’altro. Ha mangiato? Gli hai cambiato il pannolino?

Lascia un commento